Pessimi Esempi Sani&Belli – Attenzione ai forasacchi

Prosegue la nostra rubrica Pessimi Esempi Sani&Belli con il contributo della nostra amica Angela Di Canto della Toelettatura Biyoshi Dog di Ghemme (NO).

Parliamo del forasacco, una spiga che cresce ai bordi delle strade, in campagna come in città e che può creare un serio pericolo per i nostri amici a quattro zampe:

“Il forasacco è una spiga appartenente alla famiglia delle graminacee ed è formata da varie parti dalla tipica forma a V e fin quando sono verdi non rappresentano un pericolo, ma nel momento in cui seccano si trasformano in piccoli aghi molto appuntiti che possono penetrare con facilità in diverse parti del corpo del nostro amico peloso, in quanto la punta é zigrinata.
I forasacchi sono pericolosi proprio a causa delle forma che penetra sotto pelle con facilità ma non riescono ad uscire da soli.

Parte del forasacco (foto dal web)

Un forasacco, può penetrare in profondità nei tessuti ed è in grado di causare seri danni alla salute dei nostri cani.
Vari i sintomi ed i segni (arrossamento, dolore, edema, gonfiore, stato di malessere generale ecc.); la sintomatologia poi può variare a seconda del punto nel quale il forasacco si é conficcato.

I forasacchi possono ovviamente venire a contatto con qualsiasi zona del corpo, ma alcune zone sono più frequentemente interessate dal problema per esempio:

Zampe – Molto spesso i forasacchi penetrano negli spazi interdigitali e nei cuscinetti plantari; quando ciò si verifica il cane ha la tendenza a zoppicare piuttosto vistosamente e, in certi casi, non è neppure in grado di appoggiare l’arto ferito.

Orecchie – Se il forasacco penetra in un orecchio, il cane cammina con la testa abbassata e girata dalla parte interessata e tenta di liberarsi del corpo estraneo scuotendo ripetutamente il capo e grattandosi. Oltre al pericolo di infezioni c’è il rischio che il forasacco causi la perforazione del timpano con inevitabili conseguenze sull’udito.

Forasacco nelle orecchie (foto reperita dal web)

Naso – Se il forasacco viene aspirato dal naso, il cane inizia a starnutire violentemente e in alcuni casi è possibile anche che si verifichi rinorragia (perdita di sangue dal naso).
Se gli starnuti non sono in grado di far fuoriuscire il forasacco c’è la concreta possibilità che questo venga ingoiato.

Occhi Gli occhi sono zone molto delicate; se i forasacchi vi penetrano causano gonfiore e una forte lacrimazione; normalmente il cane ha la tendenza a chiudere l’occhio colpito.
Oltre al sempre possibile pericolo di infezione, esiste anche la possibilità di perforazione della cornea, un evento che potrebbe determinare la perdita della vista o comunque un’importante diminuzione.

Gola e bocca – Se il forasacco penetra in gola il segno principale è rappresentato da una violenta tosse. Uno dei rischi maggiori, in questi casi, è rappresentato dall’insorgenza di broncopolmonite. A volte il forasacco si infila tra le gengive e le mucose della bocca, provocando dolore ed infiammazioni.

Forasacco in una gengiva (foto dal web)

Altre zone che possono essere colpite, anche se ciò avviene meno di frequente, sono la zona vulvare, la zona perianale, il pene e le cavità ascellari.

CONTROLLATE SEMPRE in questo periodo il vostro amico dal rientro dalle passeggiate.

Angela Di Canto
Toelettatura Biyoshi Dog di Ghemme (NO)

Come ci ricorda Angela, al rientro da una passeggiata o trekking con il cane, controllate bene il mantello del vostro cane, controllate zampe, orecchie, ascelle, insomma dappertutto!

Se trovate un forasacco infilato da qualche parte nel corpo del vostro cane, o il cane emette comportamenti sospetti  come forti starnuti, leccarsi con assiduità una zona particolare, tosse… consultate subito il vostro veterinario, perché questa spiga non sempre è facile estrarla da soli se già ben infilata nella pelle.

Al prossimo articolo!

Team PEC